novembre 4

Laboratorio di storia

a.s. 2018/2019

Sono convintissima che attraverso la pratica, la manipolazione di materiali e l’esperienza l’apprendimento sia più efficace.

Per questo motivo anche quest’anno ho attivato il laboratorio di storia che è stato inaugurato con la realizzazione delle tavolette sulle quali scrivevano i Sumeri usando la scrittura cuneiforme. Come stili/cunei ho usato dei bastoncini di legno a sezione triangolare. Per i segni ho utilizzato una delle tante schede reperibili sul web che riportano la corrispondenza tra il nostro alfabeto e quello dei Sumeri. Invece, le “tavolette” sono state realizzate con il das terracotta.

   Segni cuneiformi in corrispondenza con il nostro alfabeto.

    

    

    

    

Ecco le nostre tavolette pronte e asciutte da portare a casa.

    

    

    

    

    

    

    

    

    

 

Un altro laboratorio è stato quello che ha permesso di riprodurre lo Stendardo di Ur.

I bambini hanno lavorato a coppie, uno ha colorato la facciata dedicata alla pace e l’altro quella della guerra.

    

    

    

    

    

ottobre 10

Tutti pazzi per la PIXEL ART!

Ottobre 2018

La pixel art e il coding unplugged hanno appassionato i miei alunni,  non solo durante la CODEWEEK.

Dal codice al disegno e dal disegno al codice…

 

Abbiamo cominciato con un sorriso…

    

…e abbiamo proseguito con il disegno da regalare ai nonni.

    

    

Aspettando Halloween.

    

    

    

    

    

    

    

WORK IN PROGRESS

 

Per stampare lo smile cliccare accanto SMILE con cuori

Per stampare i disegni di Halloween cliccare accanto Strega con scopa    RAGNO    Zucca stregata   La morte    Frankenstein   Gatto e zucca  Teschio colorato

(  strega_halloween_vuoto   strega_halloween_codice  strega_halloween_svolto  fonte maestro Alberto Piccini)

Per i disegni dei nonni cercare l’articolo sulla festa dei nonni in questo blog

settembre 15

Finalmente in quarta!

Settembre 2018

Si ricomincia! Siamo già in quarta.

Per noi maestre preparare l’accoglienza è un momento magico durante il quale tiriamo fuori mille idee e il tempo sembra non essere sufficiente.

Quest’anno ho una nuova collega. Si chiama Maria. Insieme abbiamo fatto tutto questo.

La porta.

La cornice per il primo giorno. Foto ricordo per tutti, anche per noi!

    

    

    

La torta con tanti chicchi.

    

    

I gelati con sorpresa da portare a casa.

    

I disegni sulle lavagne e altre foto per tutti..

    

    

Il gioco del BENTORNATI A SCUOLA che dà lo spunto per lavorare successivamente sul quaderno (testi, risoluzione di problemi, ecc…).

    

    

Per finire, ecco la nostra aula.

    

Per scaricare e stampare la cornice con Tutankhamon cliccare accanto Tutankhamon – maschera x primo giorno (deve essere ingrandita)

Per scaricare e stampare il gioco del BENTORNATI A SCUOLA cliccare accanto Gioco del BENTORNATI A SCUOLA (da stampare su carta formato A3)

febbraio 24

Arte nel Paleolitico

Marzo 2018

Le prime forme d’ arte sono affascinanti e nei bambini suscitano tanta curiosità e interesse. Ci siamo occupati in particolare dei colori e delle tecniche.

    

    

    

    

Si tratta di rappresentazioni abbastanza facili da riprodurre per la loro semplicità e i miei alunni hanno voluto provare a essere artisti preistorici.

Ho fatto vedere il video sulla CUEVA DE LAS MANOS (Argentina) e abbiamo riprodotto le mani con la tecnica dello “spruzzo”. Divertentissimo.

Nel flaconi vuoti con spruzzino dei detergenti ho inserito un po’ di tempera e molta acqua. Poi ho spruzzato il liquido colorato sulle mani dei bambini appoggiate su un foglio.

    

    

    

    

    

    

    

Abbiamo conosciuto anche le grotte di Lascaux, sempre su youtube, e i bambini hanno riprodotto alcune pitture rupestri.

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

Abbiamo provato anche a riprodurre le incisioni rupestri con la tecnica del graffito.

I bambini hanno usato i pastelli a cera e, per “graffiare”, la punta delle forbici.

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

Armati di mattarello, i cuccioli hanno realizzato altre incisioni su das, scegliendo liberamente il soggetto da imprime.

Abbiamo fatto asciugare le incisioni per alcuni giorni all’aria, dopo le abbiamo “sporcate” con del lucido per scarpe e le abbiamo esposte nel corridoio.

    

    

    

    

    

    

    

    

    

    

Per concludere ho accennato alle incisioni rupestri in Valcamonica e ai Camuni. Il video di Bruno Bozzetto è piaciuto molto (youtube).

    

    

Infine, ecco lo schema per lo studio con le domande guida.

    

Per scaricare e stampare la mappa cliccare accanto Mappa Arte nel Paleolitico

gennaio 8

Natale 2017

Dicembre 2017

Il Natale…che festa meravigliosa nell’immaginario dei bambini e degli adulti!

In questo articolo vorrei raccontare l’attesa del Natale in classe terza attraverso immagini che parlano di…

 

…calendario dell’avvento…

    

 

…creatività…

   

    

    

    

    

 

…lavoretti…

    

    

    

 

…biglietti…

    

    

    

 

…letterine…

    

    

    

 

…leggende di Natale…

    

    

        

 

…storie da inventare…

    

    

 

…ricette…

        

 

…assaggi…

    

 

…tombola…

    

    

 

…e doni della Befana.

    

 

Mi fa piacere condividere anche dei lavori eseguiti dai bambini e dalle colleghe di tutte le classi del plesso: gli alberi di Natale della scuola e della piazza del paese, il presepe ed altri addobbi.

    

    

    

    

 

Per il lavoro di italiano si rimanda a questo link

Il Natale tra leggende e testi regolativi

dicembre 4

Il Natale tra leggende e testi regolativi

Dicembre 2017

Nel periodo antecedente il Natale ho lavorato in parallelo con le leggende e i testi regolativi riguardanti questa festività, senza tralasciare la realizzazione di alcuni lavoretti attinenti al tema trattato, visto che ai miei bambini piacciono tanto.

    

Per cominciare, una piccola ricerca sul vocabolario: leggenda o legenda?

    

 

La leggenda dell’albero di Natale in un mini lapbook e il testo regolativo “Come si fa l’albero di Natale?” svolto tutti insieme.

    

    

    

    

 

La leggenda del panettone, la ricetta e l’assaggio.

    

    

    

    

    

 

La leggenda di Babbo Natale e le istruzioni per costruire Babbo Natale mobile (testo individuale).

        

        

    

    

Ecco il lavoretto abbinato a questo lavoro: Babbo Natale che scende dal comignolo a testa in giù.

    

    

Per concludere il lavoro su Babbo Natale, non poteva mancare la letterina, che i bambini hanno spedito imbucandola presso l’ufficio postale di Collodi.

    

    

    

    

 

La leggenda della renna Rudolph.

Ho fornito l’inizio della leggenda, poi i bambini hanno scritto il finale da soli. Naturalmente si sono lasciati influenzare dalla leggenda vera e propria che già conoscevano. Infine, hanno realizzato i loro Rudolph da portare a casa e hanno completato una scheda con il testo regolativo.

    

    

    

    

    

    

    

    

    

 

Per scaricare e stampare il materiale sulle leggende di Natale cliccare accanto Materiale vario su leggende di Natale e testi regolativi + lavoretti

 

novembre 22

Lucy & co (gli Australopitechi)

Novembre 2017.

Lucy, Ardi e gli ominidi che hanno lasciato le impronte a Laetoli sono stati i nostri compagni di viaggio in questi giorni dedicati agli Australopitechi.

Devo dire che la lezione di storia che va oltre il libro interessa particolarmente i miei alunni, così cerco sempre attività accattivanti per loro. Abbiamo cercato di conoscere il mondo degli Australopitechi cominciando da Lucy. In questi giorni ricorre l’anniversario del suo ritrovamento: era il 24 novembre 1974. I bambini hanno proposto di festeggiare l’anniversario del ritrovamento di Lucy (mai perdere un’occasione!) con scoppiettanti pop corn.

        

        

Abbiamo conosciuto Lucy anche attraverso i filmati trovati su you-tube e la canzone dei Beatles che le ha dato il nome. Abbiamo, inoltre, fantasticato sulla sua vita con la lettura del libro “Lucy, la prima donna”. Si tratta di un bellissimo racconto tra verità scientifiche e fantasia. Lucy è considerata la prima donna anche se venti anni dopo, nel 1994, è stato trovato lo scheletro di una sua antenata, Ardi: l’anello mancante, come è stata definita.

        

    

    

La passeggiata di Laetoli li ha incuriositi ed affascinati. Abbiamo provato a riprodurre su una striscia di cartoncino le impronte fossili, oltre che sulla scheda incollata sul quaderno.

        

    

    

    

Infine, i bambini hanno completato lo schema per lo studio orale. Questa volta ho fornito loro una mappa con le domande-stimolo che loro hanno completato.

        

Per scaricare e stampare le schede e le immagini cliccare accanto Gli Australopitechi

Per scaricare e stampare la scheda con le impronte (passeggiata di Laetoli) cliccare accanto La passeggiata di Laetoli

novembre 17

Dinosauri

Novembre 2017.

I dinosauri…che creature affascinanti e misteriose nell’immaginario dei bambini!

Hanno invaso la nostra aula. Sì, perché ne abbiamo realizzati di tutti i colori con palloncini e cartoncino.

    

    

    

    

    

    

Anche i segnaposto a tema!

    

    

Dopo aver lavorato sul libro, visto alcuni video e acquisito sufficienti informazioni, abbiamo realizzato le carte d’identità di quattro dinosauri e risolto il “Dino-quiz”.

        

    

    

    

        

Per scaricare e stampare le carte d’identità e il dino-quiz cliccare accanto Dinosauri

novembre 6

La bancarella dei nomi

Novembre 2017

La bancarella dei nomi… Ho immaginato che questa improbabile bancarella si trovasse al nostro mercato del sabato mattina, così ho inventato la storiella che ho dettato. Poi, lavorando in coppia, i bambini hanno cercato tutti i nomi discriminando con colori diversi i nomi di persona, animale e cosa. Per finire, lavorando individualmente, hanno colorato la bancarella e ricopiato i nomi nella finestrella giusta.

    

    

    

    

    

    

Abbiamo proseguito con due esercizi sui nomi propri e comuni…

    

    

    

…e con l’analisi morfologica dei nomi contenuti in un breve brano.

    

    

    

Poi nomi concreti ed astratti…

    

    

    

    

…nomi primitivi e derivati…

    

    

…nomi alterati…

        

        

…falsi alterati…

    

    

    

   

…nomi composti…

    

    

…e i nomi collettivi. Con questa tipologia di nomi ho voluto abbinare la conoscenza di un artista olandese, Escher, con le sue opere “collettive”. Tra l’altro, in questi mesi una mostra di Escher è visibile a Pisa presso il Palazzo Blu, quindi è facilmente raggiungibile dai bambini della mia classe.

    

    

    

    

    

    

Per concludere, almeno per il momento, i bambini hanno svolto l’analisi morfologica dei nomi.

    

    

    

Per scaricare e stampare le schede sui nomi cliccare accanto I nomi