novembre 22

Lucy & co (gli Australopitechi)

Novembre 2017.

Lucy, Ardi e gli ominidi che hanno lasciato le impronte a Laetoli sono stati i nostri compagni di viaggio in questi giorni dedicati agli Australopitechi.

Devo dire che la lezione di storia che va oltre il libro interessa particolarmente i miei alunni, così cerco sempre attività accattivanti per loro. Abbiamo cercato di conoscere il mondo degli Australopitechi cominciando da Lucy. In questi giorni ricorre l’anniversario del suo ritrovamento: era il 24 novembre 1974. I bambini hanno proposto di festeggiare l’anniversario del ritrovamento di Lucy (mai perdere un’occasione!) con scoppiettanti pop corn.

        

        

Abbiamo conosciuto Lucy anche attraverso i filmati trovati su you-tube e la canzone dei Beatles che le ha dato il nome. Abbiamo, inoltre, fantasticato sulla sua vita con la lettura del libro “Lucy, la prima donna”. Si tratta di un bellissimo racconto tra verità scientifiche e fantasia. Lucy è considerata la prima donna anche se venti anni dopo, nel 1994, è stato trovato lo scheletro di una sua antenata, Ardi: l’anello mancante, come è stata definita.

        

    

    

La passeggiata di Laetoli li ha incuriositi ed affascinati. Abbiamo provato a riprodurre su una striscia di cartoncino le impronte fossili, oltre che sulla scheda incollata sul quaderno.

        

    

    

    

Infine, i bambini hanno completato lo schema per lo studio orale. Questa volta ho fornito loro una mappa con le domande-stimolo che loro hanno completato.

        

Per scaricare e stampare le schede e le immagini cliccare accanto Gli Australopitechi

Per scaricare e stampare la scheda con le impronte (passeggiata di Laetoli) cliccare accanto La passeggiata di Laetoli

novembre 21

I diritti dei bambini

20 novembre 2017.

Nella giornata mondiale dei diritti dei bambini, in classe, abbiamo operato diverse riflessioni e abbiamo letto gli articoli.

Ci siamo soffermati sull’articolo n° 7, cioè il diritto ad avere un nome per collegarlo al lavoro che stiamo svolgendo su riflessione linguistica. Per questa prima parte mi ha ispirato il lavoro della maestra Pilly Pilly, che ringrazio.

    

    

Poi abbiamo realizzato le sagome dei bambini con le bandierine sulle quali sono stati riscritti i vari articoli.

    

    

novembre 17

Le parole gentili

13 novembre 2017.

La giornata della gentilezza: mi piace ricordarla ai bambini, perché abbiamo sempre più bisogno di gentilezza nei rapporti interpersonali.

Ho avviato una lunga discussione e ne sono venute fuori riflessioni profonde, particolarmente in alcuni casi. Peccato, però, che non sempre ci ricordiamo di essere gentili…

La filastrocca “Le parole gentili” è piaciuta molto; i bambini l’hanno imparata a memoria a scuola e perfezionata a casa. Hanno fissato sulla pagina del loro quaderno tante parole gentili e poi hanno risposto alle domande.

        

        

        

        

Dopo abbiamo confezionato le medagliette da appendere al collo…

    

…e abbiamo riempito il barattolo della gentilezza con tanti bigliettini. Si è trattato di un mix di buoni propositi: i bambini hanno scritto su pezzetti di carta le parole gentili che non hanno l’abitudine di usare, ma vorrebbero imparare a farlo.

    

Per scaricare e stampare il materiale cliccare accanto Giornata della gentilezza

novembre 17

Dinosauri

Novembre 2017.

I dinosauri…che creature affascinanti e misteriose nell’immaginario dei bambini!

Hanno invaso la nostra aula. Sì, perché ne abbiamo realizzati di tutti i colori con palloncini e cartoncino.

    

    

    

    

    

    

Anche i segnaposto a tema!

    

    

Dopo aver lavorato sul libro, visto alcuni video e acquisito sufficienti informazioni, abbiamo realizzato le carte d’identità di quattro dinosauri e risolto il “Dino-quiz”.

        

    

    

    

        

Per scaricare e stampare le carte d’identità e il dino-quiz cliccare accanto Dinosauri

novembre 6

La bancarella dei nomi

Novembre 2017

La bancarella dei nomi… Ho immaginato che questa improbabile bancarella si trovasse al nostro mercato del sabato mattina, così ho inventato la storiella che ho dettato. Poi, lavorando in coppia, i bambini hanno cercato tutti i nomi discriminando con colori diversi i nomi di persona, animale e cosa. Per finire, lavorando individualmente, hanno colorato la bancarella e ricopiato i nomi nella finestrella giusta.

    

    

    

    

    

    

Abbiamo proseguito con due esercizi sui nomi propri e comuni…

    

    

    

…e con l’analisi morfologica dei nomi contenuti in un breve brano.

    

    

    

Poi nomi concreti ed astratti…

    

    

    

    

…nomi primitivi e derivati…

    

    

…nomi alterati…

        

        

…falsi alterati…

    

    

    

   

…nomi composti…

    

    

…e i nomi collettivi. Con questa tipologia di nomi ho voluto abbinare la conoscenza di un artista olandese, Escher, con le sue opere “collettive”. Tra l’altro, in questi mesi una mostra di Escher è visibile a Pisa presso il Palazzo Blu, quindi è facilmente raggiungibile dai bambini della mia classe.

    

    

    

    

    

    

Per concludere, almeno per il momento, i bambini hanno svolto l’analisi morfologica dei nomi.

    

    

    

Per scaricare e stampare le schede sui nomi cliccare accanto I nomi