gennaio 29

I giorni della merla

29 gennaio 2016.

Oggi ho raccontato la leggenda. E’ piaciuta molto. Qualcuno la conosceva già.

Dopo i bambini l’hanno scritta sul quaderno (dettato)…

20160129_150945    20160129_151302

20160129_151410    20160129_151753

20160129_151215    20160129_151222

20160129_151827    20160129_151832

20160129_151923    20160129_151928

20160129_152007    20160129_152018

20160129_152111    20160129_152116

…ed hanno messo in ordine le sequenze numerandole su una scheda presa dal sito della Maestra Mary.

20160129_153109    20160129_153227    20160129_153323

20160129_153429    20160129_153733    20160129_154242

Sempre su Maestra Mary ho trovato dei merli da colorare e ritagliare, con la possibilità di infilarci le dita per muoverli. Con questi i bambini hanno drammatizzato le varie sequenze del racconto improvvisando le battute. Divertente!

20160129_142645    20160129_142020

20160129_142202    20160129_142807

20160129_142257    20160129_142922

merli burattini

Ci siamo dedicati anche un po’ alla lingua inglese.

20160129_155342    20160129_155238    20160129_155130

20160129_154900    20160129_155534    20160129_155426

COLOUR – I giorni della merla

Infine, abbiamo realizzato un poster con diciotto piccoli merli (uno ciascuno) svolazzanti su un tetto innevato.

20160129_161530

Fine!

gennaio 22

Il colore

Martedì 22 dicembre 2015.

Abbiamo scoperto i colori primari e con essi abbiamo colorato i tre alberelli della scheda.

20151222_154428    20151222_154345

20151222_154340    20151222_154334

 

Venerdì 22 gennaio 2016.

Il nostro viaggio nel mondo del colore continua.

Oggi abbiamo scritto ed imparato una filastrocca sui colori primari. Si tratta di un classico: “La filastrocca dei colori”.

20160122_112558    20160122_113257

20160122_113558    20160122_113826

20160122_113343    20160122_113348

20160122_114106    20160122_114111

Poi siamo stati nel laboratorio della creatività per sperimentare quanto recitato nella filastrocca.

20160122_094442    20160122_095040    20160122_095740

20160122_095044    20160122_095356

20160122_095444    20160122_100603

20160122_100606    20160122_101029

20160122_100609    20160122_101034

Ecco il risultato del nostro esperimento. Il viola non è perfetto perché non avevamo il magenta, ma un normalissimo rosso. Comunque…possiamo considerare riuscito il nostro esperimento!

20160122_144254    20160122_144246    20160122_144251

20160122_144232

Abbiamo anche colorato un disegno usando solo i colori primari, il nero e il bianco.

20160122_120206    20160122_120216

20160122_120227    20160122_120240

 

Giovedì 28 gennaio 2016.

Colori freddi o colori caldi? Entrambi per l’Arlecchino pensoso di Picasso!

20160128_155217    20160128_155226

20160128_155234    20160128_155242

20160128_155253    20160128_160932

20160128_160950    20160128_161037

20160128_161052    20160128_161109

(Per stampare la scheda cliccare qui accanto Arlecchino pensoso colori freddi e caldi )

 

Giovedì 18 febbraio 2016.

Oggi i bambini hanno colorato lo stesso disegno con i colori primari, con i colori freddi e quelli caldi. Ho trovato la scheda su “Super it 1”.

20160229_221754    20160229_221728    20160229_221813

Colori primari, freddi e caldi (Scheda stampabile – fonte: Super it 1, Giunti scuola)

 

Giovedì 25 febbraio 2016.

Le opere di Keith Haring piacciono molto ai bambini per la semplicità delle loro linee.

Ho creato questa scheda da colorare con i colori secondari.

20160229_222230    20160229_222223    20160229_222204

 

Giovedì 3 marzo 2016.

Ancora Keith Haring.

Questa settimana i bambini hanno dovuto usare tre colori in gradazione. I colori più gettonati sono stati i blu.

20160229_221956    20160229_221949    20160229_221941

20160229_221934    20160229_221926    20160229_221919

(Per stampare le schede di Keith Haring cliccare accanto Keith Haring da colorare)

gennaio 20

Alla scoperta di C, G e della Fata Mutina

Gennaio 2016.

Vista la situazione positiva della classe e la buona discriminazione delle due consonanti da parte di tutti gli alunni, ho preferito lavorare con C e G in parallelo a partire dai suoni duri CA – CO – CU   e  GA – GO – GU.

20160111_160459    20160111_160603    20160111_160934

Ho raccontato la storia della formica Camilla e del mago Gustavo, accompagnato dal gatto Gastone. Ho impostato la storia in modo che fossero evidenziate le parti della giornata: mattino, pomeriggio, sera, notte (collegamento con storia). Inoltre, ho lasciato il finale in sospeso e ho spinto i bambini ad inventarne uno, prima a voce e poi per scritto. E’ stato il loro primo testo!

20160111_160210    20160111_160215    20160111_160222

20160111_134312    20160111_134954    20160111_140916

20160111_152049    20160111_151817    20160111_141152

FORMICA CAMILLA E MAGO GUSTAVO racconto e immagini

Ricollegandoci alla storia, i bambini hanno completato il ritmo giorno – notte (sole – luna) e disegnato le quattro parti della giornata.

20160112_150940    20160112_150501    20160112_151449

20160112_153420    20160112_153648    20160112_153905

20160112_154225    20160112_154137    20160112_155110

Poi ho consegnato alcune schede in cui eseguire l’autodettato: “La cucina di Camilla” (ca, co, cu) e “La passeggiata di gatto Gastone” (ga, go, gu).

20160112_120437    20160112_115342    20160112_115254

20160112_143735    20160112_143554    20160112_143504

Schede CA CO CU GA GO GU

 

Il dettato sulla formica Camilla.

20160113_094146    20160113_095111    20160113_094303

Un po’ di esercizio sul corsivo (ripasso dei tratteggi)…

20160113_100940    20160113_101154    20160113_101515

20160113_100925    20160113_101157    20160113_101521

Schede corsivo

…e una scheda per il riconoscimento visivo di tutti i caratteri.

20160113_111057    20160113_111131    20160113_111222

Alla fine, ci siamo dedicati all’arte. Abbiamo creato tante C e G d’autore!

20160113_114401    20160113_114157    20160113_114538

20160113_114831    20160113_114847    20160114_144724

20160114_145026    20160114_145058    20160114_145112

 

 

Dopo  CA – CO – CU  e  GA – GO – GU,  ancora suoni duri: SCA – SCO – SCU  e  SGA – SGO – SGU.

I bambini hanno letto brevi frasi alla lavagna, poi li ho fatti esercitare nella scrittura di parole dettate.

20160114_155952    20160114_155639

20160114_154749    20160114_155002

Il dettato: “Lo scoiattolo Vasco”.

20160115_105126    20160115_110056

20160115_105436    20160115_104713

Due schede: una di lettura e una di scrittura.

20160115_090828    20160115_091741    20160115_091151

20160115_092354    20160115_091816    20160115_091608

Schede SCA SCO SCU

Un po’ di esercizio con il corsivo (ripasso dei tratteggi)…

20160115_113940    20160115_113739

…e la divisione in sillabe.

20160115_113853    20160115_113600

 

 

A questo punto, ho deciso di fare una pausa con i suoni duri e passare ai dolci CE – CI e GE – GI.

Ho raccontato la storia di Gigi e Cecilia, due bambini invisibili per un giorno. Anche in questo caso, il finale lo hanno inventato i bambini.

GIGI E CECILIA immagini

20160119_132506    20160119_132512

20160119_132536

20160119_133126    20160119_133146    20160119_134112

20160119_134335    20160119_134443

Abbiamo operato qualche riflessione sui suoni dolci ed inventato alcune frasi usando parole scelte dai bambini (scritte di rosso).

20160119_151215    20160119_151325

20160119_151532    20160119_151905

20160119_151706    20160119_151749

Poi due piccole filastrocche memorizzate in classe…

20160119_160809    20160119_161024    20160119_161609

…alcune schede…

20160119_161221

20160120_105949    20160120_110007    20160120_110131

20160121_154622    20160121_154917    20160121_155007

Schede CI CE GI GE

…e un po’ di esercitazione con il corsivo (ripasso dei tratteggi).

20160119_160813    20160119_161029    20160119_161756

A seguire, il dettato “Gigi e Cecilia” e una scheda con i protagonisti tratteggiati (perché invisibili) da far ricomparire colorandoli (e devo dire che la magia si è compiuta perché sono ricomparsi! Bravi i nostri bimbi!!! Sono anche maghi e maghette).

20160120_093702    20160120_094011

20160120_094538    20160120_095009

20160120_093906    20160120_094116    20160120_095349

Attacco d’arte in piena regola! Abbiamo realizzato delle giraffe con le zampe “mollettose”: semplici, carine e divertenti. Dopo le foto, c’è il file da copiare.

20160121_144229    20160121_144312

20160121_144251    20160121_144258

20160121_150117    20160121_145753    20160121_150118

20160121_153557    20160121_153526

Giraffa con mollette

Ancora parole, parole, parole…da scrivere e da leggere per discriminare le sillabe.

20160121_155943    20160121_160416

20160121_170238    20160121_170250    20160121_170512

Abbiamo anche cercato i suoni dolci e duri nei nomi degli alunni e delle maestre della classe.

20160121_155146    20160121_155801    20160121_160236

Toc toc! La I arriva a casa dei suoni duri   CA – CO – CU    e    GA – GO – GU.

Cosa succede? Non ci crederete! Diventano dolci!

20160125_114150    20160125_113633    20160125_114028

Esercizi di scrittura e lettura: Togli la I – Metti la I

20160125_114153    20160125_114046    20160125_113646

20160125_113654    20160125_114159    20160125_114057

20160125_113428    20160125_114353

Due schede. CIA CIO CIO GIA GIO GIU.docx

20160126_155354    20160126_155914    20160126_155605

20160127_101758    20160127_102244    20160127_102727

Poi un esercizio su UNO – TANTI (senza osare troppo con la regola del plurale in ge/gie/ce/cie – omessa volontariamente)

20160127_113008    20160127_112250    20160127_112138

Il dettato ha come protagonisti la nonna Giovanna e il gatto Ciccio. Qualcuno ha voluto dedicare all’illustrazione un’intera pagina. Infine, una breve riflessione sui nomi propri di animale e di persona.

20160126_134641    20160126_134038

20160126_134800    20160126_134139    20160126_133954

20160126_135845    20160126_135537    20160126_134336

20160126_155905    20160126_155659    20160126_160636

Per concludere, un po’ di divertimento con giochi alla LIM. Ho usato il sito “Gli amici di Biribò”.

20160127_115334    20160127_115239    20160127_115229

20160127_115143    20160127_115126    20160127_115035

20160127_114954    20160127_114826    20160127_114752

20160127_114732    20160127_114641    20160127_114620

20160127_114612    20160127_114550    20160127_114444

20160127_114333    20160127_114315    20160127_114151

 

Febbraio 2016.

Ad un mese di distanza dalla presentazione di CA CO CU e GA GO GU, oltre che dei suoni dolci CE CI e GE GI, ho fatto conoscere ai bambini la FATA MUTINA e successivamente i suoni duri CHE CHI e GHE GHI.

Per la prima volta ho fornito loro le schede con la storia, visto che ora sono in grado di leggere. Hanno ascoltato il mio racconto, poi hanno letto un pezzettino ciascuno tenendo il segno. Si è trattato di un racconto a puntate durato quattro giorni, che ha ripercorso i vari usi dell’H.

STORIA DELLA FATA MUTINA E SCHEDE

Abbiamo iniziato con la nascita di Fata Mutina nel paese Alfabeto e con un disegno che la rappresenta.

20160222_091837    20160222_091945    20160222_092313

20160222_092450    20160222_092601    20160222_093555

Fata Mutina è molto triste, perchè muta, ma per fortuna è utile a tante parole straniere.

I bambini hanno letto e completato la scheda. Poi hanno creato un cruciverba facendo incrociare le parole presenti nell’esercizio di collegamento  (lavoro svolto insieme alla lavagna).

20160222_094901    20160222_095112    20160222_095543

20160222_105832    20160222_105848    20160222_105902

20160222_113134    20160222_113211    20160222_114721

Grazie a Fata Mutina noi possiamo gioire, esultare, piangere, meravigliarci…via alle esclamazioni!

20160222_113701    20160222_113812    20160222_114732

20160223_113711    20160223_113818    20160223_114024

20160223_114259    20160223_114342    20160223_125638

Per fortuna c’è Fata Mutina anche quando dobbiamo far sapere che qualcosa è nostro oppure se vogliamo comunicare che abbiamo fame, sete o sonno!

20160223_140107    20160223_140157    20160223_140527

20160223_152055    20160223_152529

20160223_153451    20160223_153456    20160223_153502

Finalmente Fata Mutina incontra le amiche CE  CI e GE  GI ed insieme a loro si sente felice!

Infatti, stretta nel loro abbraccio, nascono nuove sillabe, più forti, CHE  CHI  e  GHE  GHI.

20160224_102717    20160224_102753    20160229_111029

20160224_102453    20160224_101405

20160224_101314    20160224_101320

20160224_101746    20160224_101753

Conclusa la narrazione della storia che ha ripercorso gli usi dell’H, i bambini hanno svolto diverse attività, la maggior parte delle quali utili per discriminare i suoni dolci da quelli duri.

Un esercizio nel quale cerchiare la parola corretta…

20160225_133230    20160225_133234    20160225_133240

20160225_133336    20160225_133355    20160225_133400

…un po’ di esercitazione con il corsivo (lettera punteggiate da ripassare)…

20160225_135705    20160225_140111    20160225_141230

20160225_141557    20160225_141619    20160225_142659

…la divisione in sillabe…

20160225_145202    20160225_145648    20160225_151003

…il dettato di parole con i suoni dolci CE CI e GE GI…

20160225_154138    20160225_154508    20160225_155309

…il dettato di parole con i suoni duri CHE CHI e GHE GHI…

20160226_095712    20160226_101802    20160226_103052

…un esercizio di scrittura con suoni dolci e duri insieme.

20160226_095845    20160226_095851    20160226_095854

20160226_100057    20160226_100104    20160226_100108

 

In classe è arrivata la chiocciola Margherita, per gli amici Marghe.

Ci ha dato lo spunto per parlare di emozioni.

20160229_102659    20160229_102339

20160229_095806    20160229_095813    20160229_140910

20160229_100030    20160229_100036    20160229_141006

Abbiamo anche realizzato tante chiocciole da portare a casa utilizzando vecchi calzini portati dai bambini, bottoni avanzati e nastri riciclati.

20160229_143033    20160229_143019

20160301_155017    20160301_153136

20160301_153317    20160301_153340

20160301_154503    20160301_154540

20160301_154600    20160301_155011

Davvero divertente!

E’ il momento di leggere e comprendere…

20160229_140513    20160229_140612

20160229_140809    20160229_140813

…e del gioco alla LIM.

20160229_102138    20160229_102047    20160229_102046

20160229_102002    20160229_101947    20160229_101909

 

Eccolo di nuovo! Serpente Siso è tornato. Questa volta fa amicizia con CHE e CHI ed ecco nuove sillabe: SCHE – SCHI.

20160301_141101    20160301_120647

20160301_141139    20160301_142847    20160301_120459

 

Diamo il via al ripasso finale con il giochino “pesca la lettera”.

20160301_090323   20160301_090227

20160301_090158    20160301_090034

20160301_085907    20160301_085825

20160301_085716    20160301_085648

20160301_085524    20160301_085425

20160301_085309    20160301_085136

20160301_085102    20160301_085033

20160301_084943

 

gennaio 20

Ci vedo doppio!

Per i cuccioli di classe prima è difficile intuire se le parole contengono le doppie oppure no. Per questo motivo preferisco ritornare sull’argomento di tanto in tanto e riflettere insieme a loro tutti i giorni quando ci capita di imbatterci in parole con queste caratteristiche.

Dicembre 2015.

Il primo pretesto per lavorare con le doppie è stata la lettera z. I bambini hanno scritto diverse parole e le hanno illustrate. Poi le hanno divise in sillabe.

20151217_141400    20151217_141034    20151217_145638

Gennaio 2016.

Al rientro dalle vacanze di Natale abbiamo ripreso il lavoro con le doppie. in particolare abbiamo cercato paroline con le doppie nella classe, nell’astuccio, tra i colori. Poi i bambini hanno completato alcune schede di rinforzo e diviso le parole in sillabe.

Schede sulle doppie

20160107_153626    20160107_153651    20160107_153658

20160107_153806    20160107_153813    20160107_153817

20160107_155304    20160107_155311    20160107_155315

20160107_155144    20160107_160604    20160107_161205

20160108_094931    20160108_095221    20160108_095346

20160108_095114    20160108_095226    20160108_095255

 

Febbraio 2016.

Ancora momenti di riflessione sulle doppie. Questa volta i bambini hanno completato un lavoro su schede. Poi hanno ritagliato delle immagini che hanno abbinato alle parole corrispondenti. Questo materiale non è di mia produzione, ma è stato preso dalla guida “Imparare facile” della Gaia Edizioni.

Schede (Imparare facile – Gaia Edizioni)

20160216_134002    20160216_134008

20160216_133556    20160216_133358

20160216_132710    20160216_132717

20160216_132754    20160216_133926

gennaio 19

Ridi, pagliaccio!

Martedì 19 gennaio 2016. Il Carnevale è alle porte. Oggi abbiamo creato 18 buffi pagliacci usando carta da regalo, cartoncini colorati, sagome da ricalcare, colla e forbici.

20160119_140204    20160119_140211

20160119_140215    20160119_140219

20160119_140233    20160119_140239

20160119_140242    20160119_140247

20160119_140252    20160119_140328

20160119_140340    20160119_140335

20160119_140349    20160119_140353

Detto fatto, ecco il risultato finale.

Da notare: la posizione degli occhi e della bocca (anche se una sola bambina ha realizzato un pagliaccio triste, con la bocca in giù). I bambini sono stati molto creativi e li hanno posizionati in modo da dare ai pagliacci un aspetto buffo.

20160119_145714    20160119_145721    20160119_145736

20160119_145728    20160119_145752    20160119_145744

20160119_145809    20160119_145801    20160119_145815

20160119_145822    20160119_145833    20160119_145828

20160119_150015    20160119_150008    20160119_150027

20160119_150020    20160119_150038    20160119_150032

Prima che il pomeriggio si concludesse, i “capolavori” sono stati esposti nel corridoio, di fronte alla porta della classe.

20160119_164934

Martedì 26 gennaio 2016. Il nostro secondo clown presenta una figura intera. Con gli stessi “ingredienti” della scorsa settimana, ma sagome diverse, i bambini hanno creato dei lavori originali.

20160126_142359    20160126_142345

20160126_142332    20160126_142329

20160126_152017    20160126_150025    20160126_150015

20160126_150006    20160126_150000    20160126_145952

20160126_145945    20160126_145938    20160126_145928

20160126_145917    20160126_145909    20160126_145901

20160126_145853    20160126_145844    20160126_145837

20160126_145828    20160128_145519    20160128_145513

Ed ecco i nostri pagliacci “vicini vicini” su una parete.

20160128_145544

Martedì 2 febbraio 2016. Oggi ci siamo dedicati all’ultimo modello di clown. La particolarità di questi pagliacci è la capigliatura. Dagli armadietti dell’aula abbiamo tirato fuori di tutto…e questi sono i risultati.

20160203_111624    20160203_111613    20160203_111602

20160203_111547    20160203_111528    20160203_111515

20160203_111503    20160203_111452    20160203_111435

20160203_111422    20160203_111408    20160203_111355

20160203_111345    20160203_111330    20160203_111319

20160203_111218    20160203_111156    20160203_111636

Con l’esposizione a parete, l’attività è conclusa!

20160203_123258